calendario   facebook-1  twitter-1 googleplus  youtube  newsletterblack

La Comunità di Sant’Egidio sbarca a Muravera nella ex sede del PCI

Comunità di SantEgidio 620x350

La sede di via Speranza 68 a Muravera è aperta da pochi mesi ma sono già tante le persone, provenienti da tutto il Sarrabus che si sono rivolte alla Comunità di Sant'Egidio per avere un aiuto concreto per superare situazioni difficili. Una mano d’aiuto che la Comunità dà con grande discrezione e rispetto per la dignità di chi ad essa si rivolge.

In via Speranza 68 un tempo c'era la sede del Partito Comunista Italiano. «L’abbiamo avuta in comodato d’uso dalla Fondazione Enrico Berlinguer proprietaria dell’immobile – spiega Ninni Santus, (Antonio Santus ma tutti lo conoscono come Ninni, segretario della costola sarrabese della Comunità – subito dopo l’ok ad operare dai vertici romani della Comunità.

 

L’idea è nata partendo da esperienze quali il “pranzo di Natale”. Il nostro è un progetto che inclusivo nel vero senso della parola, a partire dal nome che abbiamo dato alla nostra sede è “Domu Mia”. Si stanno rivolgendo a noi tante persone che ci stiamo impegnando ad aiutare in cambio di alcune ore del loro tempo. Nessuno si deve sentire in debito ma tutti devono sentirsi utili».
«Cerchiamo di andar oltre il supporto che gli enti pubblici erogano per legge - continua Santus - con determinazione ma anche con tanto tatto e rispetto per chi si trova in difficoltà. La nostra filosofia è che nessuna debba sentirsi in debito con coloro che aiutano: infatti chiediamo in cambio alle persone la disponibilità di qualche ora per aiutarci nelle nostre attività di volontariato».

Leggi tutto l'articolo su ilsarrabus.news